Sulla scia della frase di J. L. Jaurès, “La tradizione non consiste nel mantenere le ceneri ma nel mantenere viva una fiamma”  si potrebbe parlare a lungo soprattutto in ambito matrimoniale che ancora oggi è restio ad abbandonare le tradizioni. Tra queste si ricordano soprattutto scaramanzie legate a ciò che non si deve fare prima del matrimonio come quella famosissima che vieta alla sposa di mostrare il suo abito al futuro marito.

bouquet-sposa-specchio - Copia636048965683482647-762092879_Sad-young-woman-sitting-alone - Copia

Non tutti sanno, però, che l’abito bianco è vietato vederlo anche dalla protagonista stessa, allo specchio, il giorno del Sì a meno che non si indossi una scarpa, un guanto od un orecchino. La donna, tra l’altro, deve ricordare di non piangere prima della funzione religiosa mentre lo sposo, una volta uscito di casa, è bene che presti attenzione a non ritornarvi, qualsiasi sia il motivo.

Al contempo, per quel che riguarda la vita di coppia, la superstizione popolare impone ai futuri coniugi di non vedersi o parlarsi non solo prima dell’ingresso in chiesa della sposa ma anche durante le ventiquattro ore precedenti. Di conseguenza, è vietato fare colazione insieme, scambiarsi comunicazioni dirette dell’ultimo momento o dormire nella stessa casa la notte prima delle nozze.

Infine, merita attenzione anche tutto ciò che è legato al discorso “fedi” perché esse non vanno acquistate in contemporanea all’anello di fidanzamento, non vanno messe al dito prima dello scambio delle promesse ed oltretutto, qualora malauguratamente dovessero cadere a terra durante la cerimonia, nessuno può chinarsi a raccoglierle eccezione fatta per il sacerdote.

wedding ringsIMG_1221-1024x682 - Copia

Queste appena elencate sono, seppur poco conosciute, le raccomandazioni principali dettate dalla scaramanzia nostrana pertanto, incrociando le dita, è proprio il caso di augurare “in bocca al lupo” a tutte le future coppie di innamorati amanti della vera tradizione.

LASCIA UN COMMENTO